Moda e Shopping

EG di Eleonora Ghilardi, il mondo in un gioiello

I gioielli di Eleonora Ghilardi

Un giardino raccolto in una collana, una foresta avvolta in un pendente, un fiordo che frastraglia un orecchino oppure una città gotica scolpita in un anello. I gioielli di Elenora Ghilardi sono dei microcosmi, miniature di sogni, visioni delicate che prendono vita da materiali robusti e indistruttibili come il cemento e la resina, la ceramica, il bronzo e l’argento. Oggetti che non sono adornamenti ma piccole favole da indossare per raccontare chi siamo: il nostro amore per la natura, la nostra capacità di sognare, la voglia di stupire.

I gioielli di Eleonora Ghilardi

Sense and Sensibility, anello in bronzo rosso, cemento, resina

Eleonora li realizza con un’immaginazione che vola in alto e lontano ma con mani forti che sanno lavorare la materia, rifinire i metalli, plasmare la ceramica. Come i suoi gioielli, Eleonora Ghilardi è una persona che ha tante storie da raccontare: il suo trentennale amore per l’arte, la pittura e la scultura, l’incontro con il maestro faentino Giovanni Cimatti che le ha fatto scoprire la passione per la ceramica e la porcellana, la realizzazione di pannelli, sculture e infine di gioielli con uno studio costante delle tecniche e una ricerca incessante sui materiali che ultimamente l’ha portata a utilizzare anche il biocemento. Eleonora ama sperimentare gli abbinamenti tra i materiali apparentemente più distanti, come la ceramica e le resine con il bronzo e i licheni, gli elementi che costituiscono Fiordland e Forest, le sue collezioni più distintive.

I gioielli di Eleonora Ghilardi

Collier Secret Garden

Creazioni nate dalle suggestioni di un viaggio, dalle emozioni di un contatto con una natura lontana e incontaminata e dalla capacità di dominare la materia e le tecniche di lavorazione per dare vita a oggetti che sono opere d’arte, piccole solo per la dimensione. Opere da interpretare come installazioni di giardini in miniatura: i licheni –  presenti nei gioielli di Eleonora Ghilardi dalla prima collezione Secret Garden in ceramica lanciata nel 2012 – sono stabilizzati e colorati con pigmenti naturali ma rimangono piante vive, che si alimentano dell’umidità dell’aria e per conservali basta non riporli al chiuso.

I gioielli di Eleonora Ghilardi

Collana, amnello e bracciali Forest

Eleonora li ha inventati dopo un viaggio in Islanda, dove la visione dei muschi e dei licheni che sbocciavano sulla roccia lavica l’aveva incantata. L’ispirazione di Oceania – Fiordland deriva invece dalle coste frastagliate della Nuova Zelanda, ricreate dai ghirigori in bronzo che avvolgono la ceramica e i licheni.

I gioielli di Eleonora Ghilardi

Anello Gotham

I gioielli di Eleonora Ghilardi

Bracciale Ghirigori, bronzo rosso

Oltre ai viaggi e alla natura, un’altra fonte di ispirazione è l’architettura, presente nella collezione Gotham, immaginifici gioielli “urbani” realizzati in bronzo con la tecnica della microfusione a cera persa abbinati a cemento, resina e rame. E poi ci sono gli insetti, in particolare gli aracnidi, oggetto degli ultimi studi di quest’artista del gioiello e protagonisti degli anelli e delle spille in bronzo e argento di “Entomology“.

I gioielli di Eleonora Ghilardi

Spilla Spider, bronzo rosso

Così particolari e fuori dagli schemi, i gioielli di Eleonora Ghilardi sono però “capiti”. Li apprezzano i responsabili dei molti punti vendita che distribuiscono in Italia le sue creazioni e dei bookshop di mostre importanti come quelle di Manet a Milano e del Guercino a Piacenza. Ma soprattutto i curatori delle più interessanti esposizioni del gioiello contemporaneo andate in scena nelle ultime stagioni e che trovate tutte in una pagina dedicata del sito aziendale.

I gioielli di Eleonora Ghilardi

Bracciale Sweetie, bronzo rosso

Riconoscimenti significativi che motivano la creatività di Eleonora. Una creatività inarrestabile, alimentata da viaggi che diventeranno gli scrigni dei prossimi gioielli. L’ultima volta che l’ho vista, Eleonora era in partenza per il Giappone: non vedo l’ora di vedere quali mondi fantastici racconterà nel suo prossimo anello.

ATELIER EG
LODI (visitabile su appuntamento mail: info@eleonoraghilardi.com)
Per tutte le informazioni: www.eleonoraghilardi.com

4 Commenti

  • Reply
    Francesca
    3 giugno 2017 at 23:59

    Meravigliosi 🙂

  • Reply
    dollsbsartoria
    3 maggio 2017 at 11:51

    Che originalità!!!! Stupendi! Un saluto.

    • Reply
      Paola
      3 maggio 2017 at 11:55

      Grazie Sabrina, un caro saluto a te!

  • Reply
    Paola
    29 aprile 2017 at 23:41

    Super!

  • Rispondi

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: