Le ricette di Gigi

Fagottini di pasta sfoglia con mele, composta di cotogne e amaretti

Il fagottino di pasta sfoglia con mele, composta di cotogne e amaretti

La composta di mele cotogne che prepara mia madre è davvero buona: me ne ha regalato qualche vasetto e così ho cercato il modo di sfruttarla al meglio. Una ricetta che mi ha intrigato sono questi fagottini di pasta sfoglia, ripieni di amaretti sbriciolati, composta di cotogne e mele a pezzetti. Se comperate della pasta sfoglia già pronta, questi dolci sono facili e veloci da fare, oltre a prestarsi benissimo sia per una merenda sia per un fine pasto, magari con un buon bicchiere di passito.

INGREDIENTI:
(per due fagottini)
Pasta sfoglia, un rotolo
Mele, una o due a seconda delle dimensioni
Composta di mele cotogne, qb
Amaretti, una decina
Uova intere, una
Zucchero semolato (o di canna) e latte fresco, qb.

Fagottini con mele, marmellata di cotogne e amaretti, ingredienti

PREPARAZIONE
Iniziate preriscaldando il forno (normale) a 180-200 gradi, poi sbriciolate gli amaretti e sbucciate le mele; pulitile da semi e torsolo e tagliatele a pezzetti. Passiamo alla pasta sfoglia: ricaviamone due dischi da 16-18 cm di diametro e appoggiamoli su un foglio da carta da forno. La pasta che avanza tenetela da parte che servirà poi per la copertura e le eventuali decorazioni.

Fagottini con mele, marmellata di cotogne e amaretti, ingredienti

Mescolate anche un uovo intero con un goccio di latte:  servirà per sigillare la pasta e poi spennellarla, così da ottenere in cottura un bel colore dorato.
Al centro dei due dischi di pasta mettete uno strato di circa un cm di amaretti sbriciolati, copriteli con abbondante composta di cotogne e, sopra, aggiungete le mele a pezzetti.

Fagottini di pasta sfoglia, il ripieno

Poi, con un coltellino fate dei tagli a raggiera sui bordi della pasta e iniziate a chiudere i fagottini. Chiudete bene i diversi “petali” stringendoli tra le dita (potete anche bagnarli con un po’ d’uovo perché si sigillino meglio) e poi, prendendo i fagottini alla base con le due mani, stringete un po’ per dare una forma il più possibile verticale, che contenga il ripieno senza farlo uscire. Avete quasi finito: ritagliate dei coperchi (io li ho realizzati a forma di petalo) e chiudete i fagottini, ma senza sigillarli, lasciando qualche fessura ai lati. Con la pasta avanzata, potete realizzate qualche piccola decorazione da applicare sui coperchi.
Spennellate il tutto con l’uovo e coprite, sopra e ai lati, con zucchero abbondante: se preferite potete utilizzare quello di canna.

Fagottini di pasta sfoglia, la cottura nel forno

Mettete un foglio pulito di carta da forno sulla piastra di cottura e trasferiteci i fagottini, facendo attenzione che lo zucchero non tocchi la carta e non bruci durante la cottura.
Cuocete in forno per una mezz’oretta fino a che non saranno ben dorati, trasferiteli a intiepidire su dei piattini singoli: ecco fatto!

Fagottini di pasta sfoglia con mele, marmellata di cotogne e amaretti

Luigi, il cuoco di Camera con Vista

Luigi, il cuoco di Camera con Vista

I consigli di Gigi
Non c’è molto da aggiungere: tra preparazione e cottura in forno questo semplicissimo dolce richiede non più di un’ora, riesce sempre ed è gradito un po’ a tutti. Solo una nota: se non avete a disposizione la composta di cotogne potete sostituirla con una marmellata di pesche che si abbina benissimo a mele e amaretti. Ma è una questione i gusti: a voi altre possibilità di scelta. Infine potete conservare i fagottini due o tre giorni senza problemi, anche fuori dal frigorifero: ricordandovi solo di servirli sempre tiepidi o, quantomeno, a temperatura ambiente.

Nessun commento

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: