Le ricette di Gigi

Moscardini affogati alla siciliana


Moscardini

I moscardini affogati alla siciliana da servire con fette di pane abbrustolito, sono un ottimo piatto unico, dalla preparazione molto facile: basta mettere tutti gli ingredienti a cuocere insieme in una pentola e il gioco è fatto. Per questa ricetta servono pomodori e moscardini di scoglio freschissimi, di taglia piuttosto abbondante, adatti a una lunga cottura. In questo modo i molluschi rilasceranno tutti i loro liquidi, così da ottenere un sugo saporito e profumato. In alternativa ai moscardini potete utilizzare dei polipetti, che hanno il vantaggio di richiedere tempi di  cottura più brevi.

INGREDIENTI
(per quattro persone)
Moscardini grandi (dovrebbero essere quelli di scoglio), tre o quattro per circa 900g. In alternativa si possono utilizzare dei polipetti di pari peso.
Pomodori pelati, una tazza (circa 400g)
Pomodori ben maturi, uno grande o due più piccoli
Olio EVO, qb
Prezzemolo fresco tritato, una manciata
Pepe nero macinato, un pizzico (facoltativo)
Marsala secco, mezzo bicchiere
Aglio in camicia, uno (oltre a un pezzettino per strofinare il pane)
Pane casereccio (meglio se del tipo cotto nel forno a legna), quattro-sei fette.

Moscardini

Gli ingredienti

PREPARAZIONE
I moscardini si comperano già puliti sul banco del pesce dei supermercati. Se vi recate dal pescivendolo chiedete di pulirveli.  Una volta a casa, lavateli con cura sotto l’acqua, strofinando i tentacoli per eliminare eventuali rimasugli di sabbia.

Moscardini
Poneteli in un tegame di coccio o di metallo pesante, adatto alle cotture prolungate, aggiungete un giro d’olio, i pelati, i pomodori freschi privati dei semi e tagliati a dadini, una manciata di prezzemolo tritato e uno spicchio d’aglio intero lasciato con la sua camicia.
Come inizia il bollore aggiungete il marsala, fatelo sfumare e poi continuate la cottura a pentola coperta e a fuoco bassissimo. Non aggiungete acqua e per ora non salate: a questo scopo basterà l’acqua rilasciata dai moscardini. Se vi piace, aggiungete invece una presa di pepe macinato.

Moscardini
Ci vorrà almeno un’ora per la cottura ottimale. È un tempo solo indicativo che dipende soprattutto dalla dimensione dei moscardini utilizzati: saranno pronti quando, tastandoli con una forchetta o con uno stuzzicadenti, risulteranno morbidissimi. A questo punto controllate di sale, spegnete il fuoco e lasciateli riposare qualche minuto mentre verranno pronte le bruschette di accompagnamento.

Per prepararle tagliate il pane a fette, strofinatelo con uno spicchio d’aglio, aggiungete un filo d’olio e passatele in forno caldo per qualche minuto sino a quando inizieranno a diventare croccanti, ma senza seccarsi troppo.
Servite i moscardini ben caldi col loro intingolo e accompagnati dalle bruschette: buon appetito!

Moscardini

Pronti da servire in tavola!

Gigi, cuoco di Camera con Vista

Gigi, il cuoco di Camera con Vista

I consigli di Gigi
I moscardini si possono preparare anche con qualche ora di anticipo, per poi riscaldarli prima di andare in tavola: ne guadagneranno addirittura in morbidezza e sapore, un po’ come accade con le zuppe. Probabilmente non utilizzerete tutto il loro sugo ma non buttatelo: è eccellente come condimento per una pasta e si conserva in frigorifero anche un paio di giorni.
Moscardini

2 Commenti

  • Reply
    Paola
    19 Marzo 2017 at 16:48

    Bravo cuoco Gigi! Ottima l’idea del riciclo del sugo per la pasta.

  • Reply
    milesweetdiary
    17 Marzo 2017 at 14:26

    Ecco: più la conosco e più adoro la cucina siciliana. Grazie!

  • Rispondi

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: