Le ricette di Gigi

Spiedini di seppie, capesante e coda di rospo

Spiedini di seppie, capesante e coda di rospo

Gli spiedini di seppie, capesante e coda di rospo sono un piatto velocissimo, ideale per una bella cena estiva. Si presentano bene e in più le dimensioni ridotte di pesci e molluschi garantiscono una cottura più affidabile rispetto al pesce intero, che a volte può risultare non omogenea, con parti ancora ancora crude oppure asciutte e stoppose.
Con gli spiedini si possono realizzare le combinazioni più variegate, abbinando a piacere pesci e molluschi diversi, volendo anche delle verdure. Basta che gli ingredienti, di sapori e consistenze ben distinti tra loro,  abbiano tempi di cottura analoghi. Quelli scelti per la nostra ricetta,  per la ricchezza dei sapori, non richiedono la presenza di verdure o altri ingredienti. Basta aromatizzarli un po’ e poi cuocerli in padella o su una griglia pochi minuti e il gioco –  anzi lo spiedino –  è fatto!

INGREDIENTI
(per due spiedini, uno a persona)
Capesante pulite, 6
Seppie pulite, una o due a seconda della dimensione
Coda di rospo, un trancio o, se la trovate, una confezione di “guance”
Limoni, uno
Olio Evo, sale, pepe macinato, qb
Aromi (rosmarino, timo), qualche rametto.

Spiedini di seppie, capesante e coda di rospo

PREPARAZIONE
Tagliate le seppie e la coda di rospo a tocchetti di dimensioni analoghe alle capesante. Prendete uno stecchino lungo da spiedino e infilate un pezzo di seppia, una capesanta e un pezzo di coda di rospo. Ripetete altre due volte l’operazione e chiudete con un ultimo pezzo di seppia.

Prima di cuocere gli spiedini,  metteteli a marinare in olio e limone, aggiungete sale, pepe e lasciateli riposare per un po’ affinché assorbano bene il condimento.
Per la cottura utilizzate una piastra o una padella antiaderente leggermente unta d’olio. Scaldatela, adagiatevi gli spiedini e continuate a cuocere  a fuoco medio: serviranno da 4 a 6 minuti durante i quali andranno girati 3 o 4 volte perché si cuociano su ogni lato.

Spiedini di seppie, capesante e coda di rospo
Gli spiedini saranno pronti quando la carne del pesce e dei molluschi inizierà a dorare: per evitare che diventi stopposa meglio controllare lo stato di cottura con uno stuzzicadenti.
Appena pronti servite gli spiedini ben caldi con un contorno a vostra scelta.

Spiedini di seppie, capesante e coda di rospo
Spiedini di seppie, capesante e coda di rospo

Gigi, cuoco di Camera con Vista

Gigi, il cuoco di Camera con Vista

I consigli di Gigi
Questa ricetta va cucinata espresso anche se gli spiedini possono essere preparati con qualche ora di anticipo e lasciati a marinare in frigorifero coperti da pellicola. Come accompagnamento consiglierei un’insalata fresca realizzata con rucola, pomodorini tagliati in quarti, polpa di avocado e olive taggiasche, condita con una citronette leggermente piccante. Per preparare il condimento, mettete in un barattolino un paio di peperoncini privati dei semi e tagliati sottili, aggiungete succo di limone, olio, sale:  chiudete il barattolo, agitate bene e lasciate riposare almeno un’oretta.

SalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

1 Commento

  • Reply
    Paola
    11 agosto 2017 at 23:16

    Buoni! Hanno qualcosa di greco? 🙂

  • Rispondi

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: