Le ricette di Gigi

Pesche ripiene al forno con amaretti

Pesche ripiene al forno con amaretti

Le pesche ripiene al forno con amaretti sono un cavallo di battaglia della cucina di mia sorella Margherita durante le estati nella casa di famiglia in campagna. Non si tratta di una ricetta esclusiva ma Margherita ha portato alla versione originale alcune variazioni che rendono il gusto del suo dolce particolarmente delicato. Per realizzarlo servono pochi ingredienti, in primis delle pesche “spaccatelle“, bianche o gialle a piacere, ben mature ma di polpa ancora consistente, degli amaretti da sbriciolare, della buccia di limone, un uovo e un po’ di burro e zucchero. Anche la preparazione è veloce: richiede circa 15 minuti più una ventina per la cottura in forno. Ma alla fine si ottiene un dessert fresco e gustoso, perfetto per una cena di fine estate. 

INGREDIENTI
(ogni pesca, se grossa, basta per due porzioni)
Pesche: sei grosse pesche “spaccatelle”. Ogni pesca dovrebbe pesare 220-240g.
Amaretti: 60g
Uova intere, una
Limoni (non trattati), uno
Zucchero: un paio di cucchiai
Burro, qb.

Pesche ripiene al forno con amaretti

Gli ingredienti

PREPARAZIONE
Accendete il forno (normale) a circa 160-180 gradi e, mentre si riscalda, preparate le pesche.
Lavatele e asciugatele con cura, eliminate l’eventuale picciolo e incidetele con un coltellino affilato lungo la scanalatura che hanno su un lato. Separatele in due utilizzando le mani, tenendo ferma una metà con una mano e facendo ruotare delicatamente l’altra intorno al nocciolo: un’operazione che si esegue senza difficoltà utilizzando le pesche “spaccatelle”, in caso contrario il nocciolo rimane incollato alla polpa e tutta l’operazione si complica… Superato questo piccolo scoglio, eliminate i noccioli e, con un cucchiaino, scavate un po’ intorno al loro incavo, in modo da ricavare uno spazio per il ripieno e da recuperare un po’ di polpa che vi servirà per la fase successiva.

Pesche ripiene al forno con amaretti
Prendete gli amaretti, sbriciolateli con cura e versateli in una ciotola con la polpa di pesca, lo zucchero, l’uovo intero, la buccia grattugiata del limone (solo parte gialla: quella bianca è amara) e lo zucchero che potete regolare a piacimento a seconda di quanto il ripieno vi piaccia dolce.  Infine mescolate con cura sino ad ottenere un impasto granuloso.

Ora prendete le mezze pesche, disponetele ben orizzontali in una teglia (vanno benissimo anche quelle di alluminio usa e getta), riempitele con l’impasto, aggiungete sopra a ogni pesca un pezzettino di burro e infornate.
Le pesche saranno pronte dopo 20-30 minuti, quando la polpa sarà ben cotta ma non ancora sfatta. Sfornate, lasciate raffreddare e servite.

Pesche ripiene al forno con amaretti
Pesche ripiene al forno con amaretti

Luigi, il cuoco di Camera con VistaI consigli di Gigi
Nel ripieno, se gradito, si può aggiungere una spolverata di cacao amaro che, col sapore delle pesche, si abbina molto bene. Non a caso, nella ricetta originale che è piemontese, viene utilizzato del cioccolato fondente mentre non sono presenti zucchero, limone e uova. Altra nota: ho utilizzato pesche bianche, dal sapore più delicato rispetto alle gialle. Le pesche ripiene si conservano un paio di giorni in frigorifero coperte da una pellicola, non mi sembrano invece adatte ad essere surgelate, in quanto poi perderebbero la loro consistenza diventando mollicce.

SalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

1 Commento

  • Reply
    Paola
    12 settembre 2017 at 14:56

    Che buone! Vado a cercare le ultime pesche

  • Rispondi

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: