Milano Mostre ed eventi

No-Body di Giancarlo Fabbi: arte in bianco e nero

No-Body di Giancarlo Fabbi

Una mostra fotografica che è un piccolo gioiello: si intitola No-Body ed è una selezione di opere in bianco e nero di Giancarlo Fabbi in programma fino al 2 ottobre a Milano allo spazio Made4Art.
Sedici scatti di dimensione 40×30, realizzati negli ultimi due anni lungo la Foce del Po, dove il grande fiume incontra il mare. Otto fotografie ritraggono una natura selvaggia e incontaminata: paesaggi silenti, raccontati attraverso un’incredibile tonalità di grigi e neri, tanto precisi da sembrare incisioni. Negli altri otto scatti lo stesso affascinante scenario accoglie una presenza umana, l’elegante silhouette di una donna che si muove sulla sabbia o cammina sulla riva con la stessa naturalezza degli uccelli che si levano dall’acqua, senza occupare la scena ma diventando elemento integrante del paesaggio: corpo-non corpo. Lo sguardo di Giancarlo Fabbi dà immagine al silenzio, al suono del vento tra le dune, al movimento dell’acqua che si increspa appena sulle rive, all’orgogliosa solitudine dei tronchi sulla sabbia, in una forma che viene spontaneo definire poetica.

No-Body di Giancarlo Fabbi
Sono andata all’inaugurazione di No-Body su invito dell’amica Francesca Interlenghi, scrittrice e blogger, nonché la modella ritratta nelle immagini di Fabbi. Francesca è un catalizzatore d’incontri con persone speciali, come Margherita Spatola che ha messo a disposizione del progetto fotografico gli abiti della sua preziosa collezione vintage Romeo Gigli.
Fabbi è un fotografo altrettanto speciale: scatta solo in analogico su pellicola tradizionale in bianco e nero e fa stampare le sue fotografie a Parigi, al prestigioso laboratorio Diamantino Quintas, dove le sue immagini assumono sfumature e una profondità precluse alla tecnologia digitale.

No-Body di Giancarlo Fabbi
La fotografia è una passione che lo accompagna da sempre, coltivata con gli studi al Dams – dove è stato allievo di Italo Zannier – contestualmente all’attività di collezionista e promotore d’arte e all’impegno nell’azienda di famiglia. Ma due anni fa, al compimento del suo sessantesimo anno, Fabbi ha deciso di lasciare la sua galleria d’arte a Modena per diventare, finalmente, fotografo a tempo pieno. Ad ispirarlo in questa scelta l’incontro con il belga Stephan G. Schollaert, un uomo di 87 anni diventato un famoso fotografo dopo avere concluso una carriera da medico.

No-Body di Giancarlo Fabbi
Una scelta di vita non priva di valenze romantiche, dove il recupero della vecchia Rollei come strumento di lavoro diventa un ulteriore elemento di comunicazione, la dichiarazione di un metodo e di una scelta di campo.  Nell’abnorme quantità di immagini che deflagrano nella nostra quotidianità attraverso la tecnologia digitale, dove tutti fotografano tutto e quel tutto si esaurisce nello spazio di poche ore, le fotografie in bianco e nero di Giancarlo Fabbi ci riportano a una dimensione che non vogliamo perdere: quella dell’apprendimento, dell’ascolto e della capacità dell’attesa. Un’attesa che in No-Body diventa forma d’arte.

 

No-Body di Giancarlo FabbiiGIANCARLO FABBI NO-BODY 
18 settembre – 2 ottobre 2017
Made4Art
Via Voghera 14
20144 Milano

 

SalvaSalvaSalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

3 Commenti

  • Reply
    Paola
    11 ottobre 2017 at 22:39

    Sono talmente indietro che leggo solo adesso, purtroppo

  • Reply
    Pendolante
    25 settembre 2017 at 22:21

    Ecco cosa andare a vedere questo we. Grazie della segnalazione

    • Reply
      Paola
      25 settembre 2017 at 23:39

      L’entrata è libera. Ti consiglio solo di verificare orari apertura. Buona visita.

    Rispondi

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: