Milano Mostre ed eventi

Storie di Paolo Roversi in mostra a Milano

Paolo Roversi in mostra a Milano

A Palazzo Reale di Milano va in scena la mostra Storie di Paolo Roversi, tra i grandi protagonisti della fotografia di moda di questi anni, ma anche lo sperimentatore di un linguaggio creativo che si è definito in uno stile di assoluta eleganza e raffinatezza.
Nato a Ravenna nel 1947 ma maturato professionalmente a Parigi dove dal 1974 ha stabilito il suo studio, Roversi lavora essenzialmente in grande formato, con Polaroid 20×25 o con il banco ottico. La sua fotografia, che lo ha portato a collaborare per le più autorevoli riviste di settore e con i più grandi nomi della moda, è famosa per la presenza di una luce che, nei suoi infiniti chiaroscuri, diventa un elemento quasi pittorico.

Paolo Roversi in mostra a Milano

I ritratti della stanza ‘Rihanna’

La mostra propone un’esplorazione dei diversi volti del suo lavoro, da quello più intimista a quello più glamour: oltre alle immagini che riprendono il suo studio, gli strumenti e il metodo di lavoro, sono esposti ritratti di grande suggestione dove la donna, spesso ripresa nella sua nudità, si mostra in una bellezza assolutamente pura e definitiva.

 Paolo Roversi in mostra a Milano

Stella, Paris 2011 © Paolo Roversi

Modelle come Kate Moss, Eva Herzikova, Stella Tennant o star della musica come Rihanna – per la quale Roversi ha realizzato le immagini per la promozione dell’ultimo album – si fanno interpreti di una sensualità intensa e raffinata, dove l’uso sapiente dei chiaroscuri le rende creature di un’atmosfera evanescente, in bilico tra sogno e realtà, che è la cifra stilistica delle foto di Roversi.

Paolo Roversi in mostra a Milano

Natalia, Paris 2009 © Paolo Roversi

Una suggestione onirica favorita dalla particolare ambientazione dell’appartamento del Principe di Palazzo Reale: “Sono un uomo di immagine e non di parole – ha spiegato il fotografo alla presentazione della mostra – ma mi è piaciuta l’idea di sviluppare la narrazione della mia opera attraverso nove Storie, ognuna per ogni stanza di questo magnifico spazio”.

Clementine Studio 9 rue Paul Fort Paris, July 15th 2015 © Paolo Roversi

La mostra a Palazzo Reale

Paolo Roversi in mostra a Milano

Gemma, New York 2004 © Paolo Roversi

Paolo Roversi in mostra a Milano

La stanza Gemma

Il visitatore passa così dallo Studio, ai Ritratti, a stanze con nomi di donne come Rihanna, Gemma e Golshifteh (Farahani, attrice e cantautrice iraniana, ndr), alle suggestioni di temi come The Ballroom, Fairy Tales,  Blood&Roses, Shadows. Un racconto essenziale, definito dai titoli di ogni stanza e privo di altri elementi esplicativi o didascalici se non l’articolata prefazione posta all’ingresso del percorso espositivo.
I contenuti della mostra sono affidati esclusivamente all’eleganza e alla purezza delle immagini e al contesto espositivo. Comunque un’esibizione che merita e che è visitabile, a ingresso libero, fino al 17 dicembre.

Paolo Roversi in mostra a Milano

Clementine Studio 9 rue Paul Fort Paris, July 15th 2015 © Paolo Roversi

Paolo Roversi- Storie  è uno degli eventi di Photo Vogue Festival, rassegna della fotografia di moda organizzato dal famoso magazine con la direzione artistica di Alessandra Glaviano,  photo editor di Vogue Italia. Oltre a Palazzo Reale, l’altra sede del festival è a BASE Milano che dal 16 al 19 novembre ospita due collettive fotografiche, proiezioni  e una serie di talk con esperti del panorama fotografici mondiale.

Paolo Roversi in mostra a Milano

Self portrait, May 25th 2011 © Paolo Roversi

PAOLO ROVERSI – Storie
16 novembre-17 dicembre 2017
Palazzo Reale
Piazza Duomo, Milano
Orari apertura: lunedì 14.30-19.30; martedì, mercoledì venerdì e domenica 9.30-19.30; giovedì e sabato 9.30-22.30.
Ingresso gratuito.

 

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

2 Commenti

  • Reply
    Paola
    26 novembre 2017 at 19:25

    Paola, la mostra vale la visita: l’ingresso è gratuito, tra l’altro. 😉

  • Reply
    Paola
    26 novembre 2017 at 19:00

    Grazie

  • Rispondi

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: