Le ricette di Gigi

Vellutata di spinaci, zenzero e ricotta

vellutata di spinaci, zenzero e ricotta

La vellutata di spinaci, zenzero e ricotta, cremosa e leggera ma anche saporita e soprattutto sana con la sua ricca dotazione di vitamine, è una proposta perfetta dopo gli eccessi delle vacanze di Natale e Capodanno. Una classica ricetta “detox”, da preparare quando ci si vuole mettere un po’ in riga dopo qualche eccesso mangereccio, ma non per questo triste o insipida… La realizzazione richiede davvero pochissimi minuti e non presenta nessuna difficoltà, quindi: buon appetito!

INGREDIENTI
(per due-tre porzioni)
Spinaci freschi puliti, 250g
Zenzero fresco, mezza radice (circa 10-20g, dipende da quanto vi piace…)
Scalogno, uno spicchio piccolo
Limoni (non trattati), la buccia di mezzo
Dadi vegetali bio (senza glutammato), mezzo
Ricotta fresca cremosa (ottima quella di capra), 200g
Olio EVO e pepe nero macinato, q.b.

vellutata di spinaci, zenzero e ricotta

Gli ingredienti

PREPARAZIONE
Mettete in un tegame un filo d’olio EVO e lo spicchio di scalogno tagliato a fettine sottili. Fate soffriggere piano e, quando lo scalogno inizierà a imbiondire, unite gli spinaci ben lavati e sgrondati dall’acqua in eccesso.
Una volta che gli spinaci saranno appassiti (non fateli stracuocere!) togliete il tegame dal fuoco, aggiungete il mezzo dado sbriciolato, la buccia grattugiata del limone, lo zenzero grattugiato, un paio di cucchiai d’acqua e metà della ricotta.

Con un frullatore a immersione lavorate bene e a lungo questo composto, in modo che prenda la classica consistenza delle vellutate. Mentre frullate, assaggiate, correggete di sale e, se la consistenza risulta troppo densa, aggiungete un ulteriore goccio d’acqua.
La vellutata è pronta: rimettetela un attimo sul fuoco perché riprenda un po’ di calore (va servita calda ma non bollente) e mescolate bene ancora una volta.

vellutata di spinaci, zenzero e ricotta
Poi versatela nelle fondine, aggiungete un giro d’olio crudo, mettete al centro una bella cucchiaiata abbondante di ricotta, rifinite con una passata di pepe nero macinato e servite accompagnandola con qualche crostino integrale o con fette di pane casereccio leggermente biscottate in forno.

I consigli di Gigi
La passata potete prepararla in anticipo e anche surgelarla, in questi casi consiglio però di non mettere la ricotta e di aggiungerla solo quando andrete a recuperarla dopo averla scongelata e riscaldata.

 

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

1 Commento

  • Reply
    Paola
    14 gennaio 2018 at 16:38

    Le ricette giuste, sane, leggere e non punitive. Grazie!

  • Rispondi

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: