Le ricette di Gigi

Involtini di branzino con uvetta, pinoli e arancia

Involtini di branzino con uvetta, pinoli e arancia

La ricetta degli involtini di branzino con un ripieno di uvetta, pinoli e arancia ha un sapore un po’ agrodolce, leggero e profumato, che si sposa benissimo con la freschezza dei finocchi, conditi con una citronette a base di limone e timo. Si tratta di un piatto gustoso, molto adatto per un pranzo leggero. La preparazione non presenta difficoltà e richiede circa una mezz’oretta in totale, più il tempo per marinare i filetti di pesce.

INGREDIENTI
(Per 3-4 persone)
Per gli involtini di branzino
Filetti di branzino già spellati: 4 per circa 300 grammi
Arance (non trattate): una da cui recuperare sia la buccia e sia il succo (circa 100ml)
Pinoli, 20g
Uva passa 35 g
Aneto fresco, un paio di rametti
Sale fino e pepe nero macinato, qb
Pangrattato 20 g
Olio extravergine d’oliva, tre cucchiai
Aglio, 1 spicchio

Per l’insalata di finocchi
Finocchi, 400 g
Olio extravergine d’oliva due cucchiai
Timo fresco, un paio di rametti
Limone, il succo di mezzo 1
Sale fino e pepe nero macinato, qb.

Involtini di branzino con uvetta, pinoli e arancia

Gli ingredienti

PREPARAZIONE
Preparate per primi i filetti di branzino, che devono essere privi della pelle (per questa operazione se non siete esperti rivolgetevi al vostro pescivendolo), ripuliti accuratamente dalle spine e poi divisi in due per il lungo. Spremete il succo dall’arancia, dopo averne grattato la buccia da tenere da parte. Mettete i filetti in un piatto fondo, copriteli col succo dell’arancia, aggiungetevi i pinoli, le uvette ben lavate per eliminare l’eccesso di zucchero, i rametti di aneto tritati, una presa di sale e un pizzico di pepe. Coprite la marinata con una pellicola e mettete in frigo a riposare per un paio d’ore.

Involtini di branzino con uvetta, pinoli e arancia

Involtini di branzino con uvetta, pinoli e arancia

La marinata

Passato questo tempo, scolate i filetti di branzino, addensate la marinata con il pangrattato, aggiungete la buccia d’arancia grattugiata e mescolate bene per realizzare un impasto. Spalmatelo sopra i filetti di branzino,  arrotolateli a forma di involtino e fissateli con uno stuzzicadenti.

Scaldate un giro d’olio in un tegame e insaporitelo con uno spicchi d’aglio. Come l’aglio inizia a imbiondire eliminatelo, abbassate un po’ la fiamma e mettete a cuocere gli involtini di pesce, facendoli scottare per un minuto su ognuno dei due lati. Aggiungete un paio di cucchiai d’acqua e continuate la cottura per altri due minuti.

Involtini di branzino con uvetta, pinoli e arancia
Servite gli involtini su un letto di finocchi tagliati sottili e conditi con una citronette a base di olio, succo di limone, sale, pepe e qualche rametto di timo. Per dare un tocco in più, potete aggiungere nel piatto anche qualche oliva taggiasca denocciolata: buon appetito!

Involtini di branzino con uvetta, pinoli e arancia

Involtini di branzino con uvetta, pinoli e arancia

Gigi, il cuoco di Camera con Vista

I consigli di Gigi
Gli involtini si conservano in frigorifero un paio di giorni e così anche i finocchi, purché non siano conditi. Naturalmente i filetti di branzino possono essere sostituiti da quelli di altri pesci, tipo l’orata, la sogliola, o la cernia, con l’unica accortezza che siano privi della pelle. Se poi vi avanza del ripieno non gettatelo: fatene delle piccole polpette e cuocetele nella stessa padella degli involtini: sono ottime!

Involtini di branzino con uvetta, pinoli e arancia

Buone le polpette fatte con l’avanzo del ripieno!

 

SalvaSalvaSalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

1 Commento

  • Reply
    Paola
    17 aprile 2018 at 22:54

    Cuoco Gigi stavolta ti sei superato!

  • Rispondi

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: