Le ricette di Gigi

Zuppa di farro con castagne, porcini e speck

8DE già… l’autunno è arrivato col suo grigiore, le piogge  e i primi freddi… inutile deprimersi:  tanto vale approfittare di qualche ingrediente di stagione per cucinare una zuppa saporita e nutriente! Ne ho trovato una che mi ha subito ispirato, che comprende farro, funghi porcini, castagne e speck. La ricetta, anche se richiede tempi piuttosto lunghi, è semplice da realizzare. I tempi si contraggono ulteriormente se utilizzate castagne surgelate e funghi surgelati: se ne trovano di origine “nazionale” e di qualità migliore di quelli freschi che, spesso, non sono italiani e a volte del tutto insapori e inodori. I porcini surgelati della Val di Taro, nel loro settore sono a mio parere il meglio in assoluto…

1ingredientiA
Ingredienti

  • 160g di farro (o farro perlato)
  • 400g di funghi porcini freschi o surgelati (quelli della Val di Taro, nel loro settore, sono il meglio in assoluto).
  • 200g di castagne lessate: potete partire da circa 500 g di castagne fresche, oppure utilizzare direttamente 200g di quelle surgelate già pulite: molto più comode e veloci da usare!
  • 500ml di brodo di verdure
  • 50g di speck
  • 1 cucchiaio di pomodoro (polpa,  passata o concentrato) )
  • 1 spicchio di aglio
  • qualche foglie di salvia
  • 1 rametto di prezzemolo
  • olio extra vergine d’oliva
  • sale e pepe q.b.

Preparazione  (per 4 persone)
Iniziate con il farro: se è del tipo integrale va lasciato in acqua per almeno 5 o 6 ore. se invece utilizzate il farro perlato basta sciacquarlo bene o lasciarlo a bagno per una mezz’oretta; entrambi vanno bolliti in acqua leggermente salata per 45-50 minuti . Quando il farro sarà cotto, scolatelo e mettetelo da parte. Potete anche prepararlo il giorno prima e poi conservarlo in frigo condito con un filo d’olio EVO.
Se utilizzate le castagne fresche, fate un taglietto col coltello sul dorso delle castagne e poi lessatele in abbondante acqua salata (servono 40-50 minuti) con una foglia di alloro. Una volta cotte scolatele, lasciatele raffreddare e poi, con santa pazienza, pulitele dalla buccia esterna e dalla pellicina interna. Se invece utilizzate quelle surgelate già pulite, basta lessarle e sono già pronte. A questo punto schiacciate la polpa di castagne lasciandole ancora a pezzetti, senza arrivare ad avere una purea.
I funghi freschi vanno puliti con cura ma mai lavati: grattate la terra dai gambi con un coltellino e poi passate gambi e cappelle utilizzando il panno-carta da cucina o uno spazzolino. Se invece utilizzate funghi surgelati, basta lasciarli un’oretta a temperatura ambiente e cuocerli prima che inizino rilasciare la loro acqua. In entrambi i casi, una volta pronti tagliateli in pezzi di media grandezza.

CLICCA SULLE FOTO PER INGRANDIRE LA GALLERY

Preparate il brodo di verdure facendo bollire per una mezz’oretta  500ml di acqua con carota, sedano e cipolla. In alternativa anche un dado di qualità: quelli bio possono andare bene.
In una casseruola – l’ideale in terracotta o in ghisa – mettete un paio di cucchiai di olio extra vergine di oliva con l’aglio, la salvia e metà dello speck tagliato prima a filetti e poi a dadini.
7AAppena comincerà a friggere, aggiungete i funghi e fateli appassire per circa cinque minuti.  A questo punto eliminate aglio e salvia e aggiungete le castagne, date una mescolata e cuocete ancora per qualche minuto.
E’ arrivato il momento di aggiungere il pomodoro e il brodo bollente. Continuate a cuocere a fuoco basso per una ventina di minuti,  poi aggiustate di sale, aggiungete una macinata di pepe e unite al tutto il farro. Altri 20 minuti sempre a fuoco basso, rimescolando ogni tanto e aggiungendo un po’ di acqua se tendesse ad asciugare troppo. Adesso la zuppa è pronta.
Versatela nelle scodelle o nelle fondine, poi tagliate a striscioline lo speck avanzato,  soffriggetele in un padellino con un po’ d’olio e posatele sulla superficie della zuppa. Decorate con qualche foglia di prezzemolo tritato e completate con un leggero giro d’olio EVO. Finalmente in tavola!

8H

5 Commenti

  • Reply
    gabriella
    26 Dicembre 2014 at 20:25

    i miei commensali hanno gradito moltissimo. Adesso mi cimenterò’ col baccalà

    • Reply
      paolabaronio
      27 Dicembre 2014 at 8:38

      Se cerchi una ricetta di pesce oggi ne abbiamo pubblicato una buonissima con branzino e cavolo nero. Ciao!

  • Reply
    paolo
    17 Ottobre 2014 at 22:03

    BUONA! proverò a cucinarla! paolo, un fan dello chef gigi

  • Reply
    Anonimo
    17 Ottobre 2014 at 21:58

    BUONA! davvero! la provo senz’altro.
    paolo
    un fan dello chef gigi

  • Rispondi

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: