Moda e Shopping Storie

Sculture e gioielli: la luce di Irma Paulon


Irma Paulon


Irma Paulon è un’artista. Ha un bisogno vitale di creare. Di immaginare, di sognare, di vedere. Di innamorarsi dei luoghi, delle persone, dei materiali. Di studiarli, capirli, toccarli. E poi di farli suoi, plasmandoli con le mani e con gli elementi fino a farli diventare concetto, messaggio.
Le opere di Irma Paulon sono fatte di luce. Che siano quadri, sculture, installazioni o gioielli, portano dentro di sé la leggerezza dell’aria e l’energia del sole. Irma li offre al mondo a piene mani, con l’impeto, la generosità e il candore degli artisti. “Prendi, te lo regalo. Voglio che lo porti con te”, mi dice consegnandomi uno dei suoi ultimi gioielli, un cuore di resina che racchiude grani di sale dell’Himalaya e una spirale di rame.

Irma Paulon, Blow up Studio Fotografico

Sale, Semplicemente Espansione. ph. Blow up Studio Fotografico

Una scultura in miniatura che racchiude l’energia di un talismano: tra le proprietà attribuite al sale c’è la capacità di proteggere, di purificare e di guarire mentre il fil di rame è un ottimo conduttore elettrico e risulta utile per scaricare tensioni, energie e cariche negative. La sua spirale indica espansione, crescita e forza dinamica primaria. Il tutto sta dentro il messaggio di pace e di amore di un cuore.

Irma Paulon
C’è tanto di Irma in questo gioiello. La curiosità e la sete di conoscenza che la porta a studiare la chimica dei materiali ma anche l’astrologia, la storia delle religioni e quella dell’arte o la mitologia. La ricerca di purezza e di trasparenza che si esprime attraverso una continua, quasi convulsa sperimentazione sui materiali e sulla propria abilità di interpretarli e di plasmarli. Resina, rame, sale, spezie, alluminio, legno, plexiglass: Irma mescola e fonde materia organica o artificiale per arrivare alla formulazione del suo concetto.

Irma Paulon

Orizzonti di Gioia

Un concetto che parla tanti linguaggi ma che alla fine invitano tutti a fusione piena con la natura, gli elementi, la vita. A diventare tutt’uno con l’ambiente circostante, a dialogare con gli oggetti e i simboli.
Le opere di Irma Paulon hanno vibrato tra le foglie del parco di Casa Malipero ad Asolo, nelle magiche atmosfere della Libreria Acqua Alta a Venezia, si sono attorcigliate intorno alle paline che si usano per l’attracco delle imbarcazioni, hanno illuminato gli spazi di un locale milanese a fine anno e prima ancora hanno attraversato le acque della laguna in gondola al suono di una campana di vetro fino a raggiungere l’Isola di San Servolo.

ASPETTANDO IL DIVINO, MILANO, KITCHEN@MORE, GALLERY

Irma Paulon

Atmosfere Rococo. ph Blow up Studio Fotografico

Asolo, Venezia, Milano. E prima di tutto, di ogni viaggio, di ogni esperienza, la città di Rovigo dove è nata e da dove a un certo punto è fuggita per seguire la sua arte. Prima ad Asolo, il bellissimo borgo tra le colline venete, oggetto di un colpo di fulmine che l’ha folgorata mentre allestiva la mostra ‘Silenzi Incantati’ nel parco di Casa Malipiero. Le è bastato a camminare lungo via Robert Browning per sentire le farfalle nello stomaco e decidere di fermarsi lì.

Irma Paulon
Ad Asolo Irma è rimasta per sei anni, ha fatto altre mostre, è stata animatrice artistica e culturale dialogando con la gente e le istituzioni. Ha creato eventi, incontri, installazioni. Poi l’innamoramento per un’altra luce. Quella di Venezia e della sua laguna. “Ero in cerca di ispirazione, di una nuova energia. L’ho trovata subito. Ho preso le mie tre valige e mi sono trasferita qui”.

Irma Paulon

Unpizzicodi, ph. Blow up Studio Fotografico

Nella città lagunare Irma ha trovato la trasparenza dell’acqua e il sapore forte delle spezie che l’hanno ispirata per sculture e gioielli ma anche un turismo avvilente che a volte la priva del silenzio necessario alla sua creatività. Il rapporto con Venezia però è forte.
Per ora le sue valigie da nomade rimangono riposte nel piccolo appartamento dove Irma continua a sperimentare, in una solitudine perfetta, le tante forme della sua arte. In tasca conservo il suo cuore di sale che racchiude la spirale di rame. Amore, purezza, energia. Sento che mi porterà fortuna.

http://www.irmapaulon.com/index.php

Irma Paulon, ph. Vania Broccoli

Nel sito di IRMA PAULON tutte le informazioni relative alla sua attività di artista con foto e video delle sue installazioni.
Per contatti: info@irmapaulon.com
Tel. 340 6402443

2 Commenti

  • Reply
    Paola
    11 gennaio 2017 at 16:41

    Che meraviglia!

  • Reply
    milesweetdiary
    11 gennaio 2017 at 14:37

    Splendide! Grazie.

  • Rispondi

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: