Milano Moda e Shopping

Mad Zone, lo store delle meraviglie

Mad Zone, lo store delle meraviglie

Descrivere Mad Zone, lo store nel cuore di Brera che ho scoperto nei giorni scorsi a Milano, è una bella impresa. Perché  Tania Mazzoleni, la sua titolare, ha inventato lo store delle meraviglie, un luogo che non c’era, uno spazio che non raccoglie oggetti ma racconta storie. Storie ambientate nel mondo della moda, dell’arte e del design e quindi abiti, borse, scarpe, gioielli, profumi, elementi di arredo e opere d’arte. Oggetti molto diversi tra di loro ma tutti selezionati perché rappresentanti di un’avanguardia nello stile e nelle tendenze, di una ricerca individuale fuori dagli schemi, di percorsi inediti, magari anche solitari. 

È Tania la voce narrante di ogni storia, è lei che costruisce intorno alle trame scenari e percorsi, accostando oggetti, materiali e colori con un estro tutto suo: sorprendente, divertente, imprevedibile. Lei stessa ha una personalità eclettica: laureata in Lettere ad indirizzo Critico Letterario, dopo una lunga esperienza nel mondo dello spettacolo e della televisione, è stata giornalista, cool hunter e stilista prima di arrivare alla realizzazione progetto di Mad Zone.

Mi sono trasferita da Roma per portare avanti questa avventura – mi racconta -. Sognavo un posto dove dare spazio alla creatività di brand emergenti, offrendo un’alternativa alla durata effimera del temporary store. Una struttura riconoscibile dove i designer potessero essere promossi e seguiti”.
Lo spazio di Mad Zone è strutturato su due livelli: il primo, dominato dalla sagoma di un acrobata che si libra in stile “Mouline Rouge”, è la vetrina con la quale lo store mostra al mondo, un piccolo grande show dove si esibiscono i capi di moda, arte e design.

Mad Zone, lo store delle meraviglie
Scendendo una scala a chiocciola si entra in uno spazio molto più raccolto, dove le storie di Mad Zone sono contestualizzate attraverso la ricostruzione di ambienti: lo studio di un’illustratrice, una mise-en-place con tovaglie nere e bevande da dosare come pozioni, un boudoir “erosterico” con una chaise longue dalle imbottiture allusive, bicchieri di cristallo a forma di stiletto, profumi, unguenti e biancheria sofisticatamente fetish.

Uno scenario ancora una volta sorprendente dove Tania, dopo avere appena concluso l’evento Yes We Love in occasione di San Valentino, ambienta il progetto Mad Wedding, l’ultima delle sue iniziative: l’organizzazione di matrimoni anticonvenzionali curata dalla rete di designer, make up artist, stilisti e artisti che fanno parte del mondo di Mad Zone.
Mad Zone, lo store delle meraviglie

Mad Zone, lo store delle meraviglie

Tania Mazzoleni

Un mondo matto, ma di una follia allegra, sana, leggera. Abbiamo tutti bisogno dio favole. Tania Mazzoleni ha inventato lo store che non c’era e lo ha popolato di oggetti, storie, suggestioni. In via Brera 2 si pensa di varcare la porta di un negozio e poi ci si trova nel Paese delle Meraviglie: coraggio, basta seguire Alice.

MAD ZONE
Via Brera 2
Milano
Tel. 02.89092753
info@madzone.it

3 Commenti

  • Reply
    Paola
    28 Febbraio 2017 at 23:29

    Beh un giretto si può sempre fare …

  • Reply
    infuso di riso
    27 Febbraio 2017 at 8:09

    brera nasconde veramente tanti piccoli tesori…
    stupendo post davvero
    daniela

  • Rispondi

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: