Le ricette di Gigi

Costolette di agnello e carciofi fritti

Costolette di agnello e carciofi fritti

Costolette di agnello e carciofi fritti in olio bollente con una semplice impanatura. Una ricetta semplice, nel solco della tradizione che utilizza prodotti tipici di questa stagione ed è pronta al massimo in una mezz’oretta. Un impegno ridotto che vi consentirà comunque di  offrire ai vostri ospiti un secondo completo, saporito e per la gioia dei palati più golosi. 

INGREDIENTI
(Dosi per 4 persone)
Costolette di agnello, 8
Carciofi, 4
Uova intere, due o tre, dipende dalle dimensioni
Pangrattato, 400g
Farina Bianca, 200g
Parmigiano grattugiato, un paio di cucchiai
Prezzemolo tritato, un paio di cucchiai
Menta fresca, un rametto
Limoni (non trattati), uno
Sale e pepe macinato, qb
Olio di semi per friggere, un litro.

Costolette di agnello e carciofi fritti

Gli ingredienti

PREPARAZIONE
Iniziate con la pulizia dei carciofi: eliminate le foglie esterne più dure, tagliate la punta con le spine e puliteli all’attaccatura del gambo. Poi divideteli in quarti, eliminate le “barbe” all’interno e metteteli in una ciotola con acqua e limone per evitare che anneriscano.
Le cotolette di agnello non richiedono invece alcuna preparazione, se non l’eliminazione dell’eventuale eccesso di grasso.

Costolette di agnello e carciofi fritti
Per l’impanatura, sbattete in una ciotola le uova intere, aggiungete il parmigiano grattugiato, completate con un paio di prese di sale e una di pepe nero macinato. Poi, in una fondina o in una ciotola, mettete la farina bianca e, in un’altra, il pangrattato con il prezzemolo tritato.

Costolette di agnello e carciofi fritti

Immergete le cotolette di agnello nell’uovo, poi scolatele un po’ e “giratele” nel pangrattato comprimendolo con le dita perché aderisca bene alla carne. Eseguite questa procedura due volte: le cotolette sono pronte per la frittura.
I carciofi vanno invece immersi nella farina bianca, poi sbattuti leggermente per eliminare quella in eccesso e, infine, passati nell’uovo.

Costolette di agnello e carciofi fritti
Siamo pronti: mettete sul fuoco un tegame con l’olio e, di fianco, preparate un piatto con del panno carta che servirà per assorbire l’olio in eccesso. Vi consigliamo di controllare la temperatura dell’olio con un termometro (quella ideale è tra i 170 e i 180 gradi, ma non oltre) e, una volta raggiunta, immergetevi cotolette e carciofi a cuocere. Non mettete però a friggere tutto insieme, per evitare che l’olio si raffreddi e per garantirvi che carne e verdure cuocciano sempre in  olio abbondante.

La cottura richiede circa cinque minuti: l’agnello sarà pronto quando avrà preso un bel colore brunito, mentre i carciofi, per la diversa impanatura, rimarranno di un colore più dorato. Scolate, mettete sul panno carta per eliminare l’olio in eccesso e intanto terminate la frittura. Salate e servite subito accompagnando agnello e carciofi con qualche fettina di limone e delle foglie di menta fresca.

Costolette di agnello e carciofi fritti

Costolette di agnello e carciofi fritti

Gigi, il cuoco di Camera con Vista

I consigli di Gigi
L’ideale per questo piatto è prepararlo espresso portarlo in tavola subito ben caldo. I carciofi non si prestano a essere conservati, mentre le cotolette di agnello si possono anche servire fredde, accompagnate da un’insalatina fresca.

1 Commento

  • Reply
    Paola
    15 maggio 2018 at 17:43

    Che bravo! Una frittura perfetta. Un piatto che sa tanto di primavera …

  • Rispondi

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: