Mostre ed eventi Storie

Fantastiche Visioni di Emilio Tini: raccontare l’amore

Fantastiche Visioni di Emilio Tini

Raccontare l’amore. Svelare il respiro, il battito, l’essenza del sentimento più misterioso e profondo attraverso un progetto artistico per immagini, raccolto in forma di libro, di mostra, di video e di piattaforma web. Si chiama Fantastiche Visioni e il suo autore, Emilio Tini, è da 15 anni un fotografo di moda tra i più quotati, richiesto da magazine e brand per lo stile personalissimo, definito da grande purezza formale e immagini forti, spigolose, originali.
Emilio Tini coltiva la fotografia come un’arte, appresa fin da bambino in un paese nel cuore dell’Umbria e in una famiglia che alimenta la sua sensibilità per la bellezza, favorendo il contatto con la fascinazione del cinema e della pittura: Antonioni, Pasolini, Godard ma anche Hopper, Schiele, Donghi sono i suoi punti di riferimento.

Fantastiche Visioni di Emilio Tini

Fantastiche Visioni 2: il libro

Un immaginario potente che, se da una lato plasma la sua visione di fotografo, dall’altro lo pone sempre di più di fronte all’urgenza di un’espressione personale del proprio talento: Fantastiche Visioni è un progetto coltivato nella mente, nel cuore e negli occhi da Tini da circa un decennio, quando all’età di 32 anni ha sentito l’esigenza di comunicarsi in una narrazione assolutamente intima, la dichiarazione della sua sensibilità d’artista e di uomo attraverso lo svelamento di altri uomini, altre donne, altri artisti. Talenti italiani, che si sono offerti con totale fiducia alle Fantastiche Visioni di Tini artista in un progetto di esplorazione dell’animo umano articolato in 10 capitoli: 10 volumi, 10 mostre, 10 piattaforme web da rilasciare in due appuntamenti l’anno – settembre e maggio – per i prossimi cinque.

Fantastiche Visioni di Emilio Tini

Fantastiche Visioni 2:A per Abisso, Tea Falco

Dopo la prima raccolta, dedicata alla Persona e inaugurata lo scorso maggio, Tini ha rivelato a settembre il secondo capitolo del suo progetto, dedicato all’Amore: un volume di 56 splendide immagini in bianco e nero ordinate secondo un Vocabolario del discorso amoroso, una mostra fotografica e la proiezione del video che definisce il progetto nella sua dimensione poetica: un’emozionante sequenza di gesti, sguardi, ritratti che raccontano l’amore in tutte le sue sfumature, in tutti le sue manifestazioni, nella sua dolcezza e nel suo impeto.
Protagonisti delle Fantastiche Visioni di Emilio Tini un cast di uomini e donne ispirati e bellissimi, artisti italiani affermati e riconosciuti a livello internazionale accanto ad altri emergenti, che hanno messo il loro talento espressivo al servizio di Tini con totale disponibilità: tra gli altri Tea Falco, Maahmood, Vinicio Marchionni, Francesca Cavallin, Carolina Crescentini, Anna Valle, Sarah Felberbaum, Matilde Gioli, Ermal Meta, Alessandra Mastronardi, Emma Marrone.

Molti di loro sono intervenuti alla presentazione di Fantastiche Visioni 2 che si è svolta nello spazio di poche ore durante una delle giornate di Milano Fashion Week in un luogo di segreta bellezza: un appartamento milanese, definito da eleganti boiserie e dalla cornice delle grandi finestre che svelavano il verde del parco all’imbrunire. Un contesto quasi cinematografico, nel quale Emilio Tini si muoveva con discrezione, quasi con timidezza, ricambiando gli abbracci affettuosi di amici e invitati.

Fantastiche Visioni di Emilio Tini

Emma Marrone nel video Sull’amore

Come ha fatto ad ottenere quegli sguardi?”, gli ho domandato.
Con l’ascolto, una pratica che applico anche quando svolgo lavori commerciali – mi ha risposto – Io certo ho una mia visione, derivata dai miei studi e dall’influenza di autori che amo da sempre, e la declino. Ma mi metto anche nella posizione di ascoltare, di capire, di apprendere. Questo crea tra me e loro una magia che si verifica puntualmente, perché anche dopo pochi secondi le persone si fidano e quindi si aprono”.
Come ha scelto i protagonisti delle immagini?
Li ho scelti con il cuore, non conoscevo quasi nessuno perché io sono fuori dai giri dei soliti noti.  La maggior parte di loro ha aderito all’istante, qualcuno anche dopo un semplice contatto via Whatsapp”.
Lei li ha messi a nudo con il suo obiettivo.
E’ una questione di sensibilità. La capacità all’ascolto è una modalità che si sta perdendo oggi. Il progetto di Fantastiche visioni è totalmente autofinanziato anche perché volevo l’autonomia di potere comunicare a livello sensibile come non si fa più. Mi sono lascato andare anch’io, ho voluto solo sentire con gli occhi”.

Fantastiche Visioni di Emilio Tini

Il progetto di Emilio Tini è descritto nel sito web che riporta anche gli estratti dei due primi video relativi ai due capitoli  di Fantastiche Visioni editi quest’anno: Volume Uno e Volume Due

Nessun commento

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: