Storie

Felici a 50 anni, il manifesto delle nuove ragazze

Felici a 50 anni

Cominciamo da quello che di solito si dice alla fine: Felici a 50 anni è un libro ben fatto e ben scritto, che ho letto molto volentieri, riconoscendomi, a 58 anni, in ogni riflessione delle autrici Michaela K. Bellisario e Claudia Rabellino Becce. La prima è giornalista, scrittrice e lavora a iO Donna, il settimanale del Corriere della Sera, la seconda è avvocata e autrice. Le ho incontrate nel corso delle presentazioni del libro che si sono tenute a Milano e ho conosciuto due donne intelligenti, colte, curiose che hanno affrontato il tema di un’età tanto delicata proponendo non un manuale di sopravvivenza ma un manifesto per vivere i 50 anni come una Golden Age, nella quale poter dare il meglio di sé, dimostrando forza, consapevolezza, concretezza e coraggio.
Una tesi portata avanti nel libro con un formula narrativa che mixa l’inchiesta giornalistica al diario intimo, attraverso un racconto a due voci che esprime, con opinioni e punti di vista anche divergenti, la complessità degli argomenti affrontati.
Tredici capitoli nei quali si parla sì di moda, di bellezza (senza pregiudizi nei confronti di eventuali ritocchini) e di menopausa ma anche di famiglie tradizionali e allargate, di amore e di sesso, di vita da single, dei costi anche economici di un divorzio e della possibilità di reinventarsi sul lavoro. Ogni tema è documentato con dati e descrizioni degli scenari in Italia e all’estero, segnalazioni di opinioni, libri e siti, interviste ad esperti di settore ma anche a donne ispiranti che negli “anta” hanno rivoluzionato con successo la loro esistenza, attingendo a energie e risorse mai prima esplorate.
E poi c’è il racconto delle esperienze personali delle due autrici a margine dei temi trattati. Un diario intimo e sincero, nel quale scopriamo che la brillante giornalista della RCS si è trovata in cassa integrazione nel periodo più buio della crisi economica e che ha attraversato il lutto della perdita della sua bambina, morta a sole 20 ore dalla nascita. O la sofferenza dell’avvocata in carriera per il divorzio a trent’anni e le lunghe cure contro la sterilità, risolte con la nascita di due gemelli, figli del secondo compagno, a sua volta padre di due ragazzi.

Felici a 50 anni

Claudia Rabellino Becce e Michaela K. Bellisario

Michaela e Claudia ci raccontano di famiglie allargate, salti mortali per tenere insieme lavoro, interessi personali e affetti ma anche di amori scoperti a 50 anni, portati avanti con passione e nel reciproco rispetto del proprio vissuto.  Perché a quest’età si può essere finalmente libere di essere se stesse, di accettare certe condizioni ma di porne anche di nuove.
Felici a 50 anni è un inno alla luminosa bellezza della maturità, la consapevolezza che la vita è ancora piena di occasioni e che noi siamo più pronte che mai a coglierle. Perché finalmente le ‘vediamo’, con una lucidità che non ci era appartenuta prima. Una percezione del presente – e di noi stesse in questo nuovo presente – che è essa stessa generatrice di felicità.
Io in questa felice condizione mi ci sono trovata e mi ha fatto piacere riscontrarla anche nel racconto di due donne che si sono messe in gioco scoprendo la sorellanza. Un valore che davanti al riconoscimento del cambiamento e attraverso la condivisione delle proprie esperienze ci rende tutte meno sole, più unite e quindi più forti. E’ questo, ragazze, il nuovo potere!

La foto di apertura è di Lorella Usai 

Felici a 50 anni. E se fosse una golden age?, Michaela K. Bellisario e Claudia Rabellino Becce, Morellini Editore, collana Pink Generation, pp. 160, euro 14,90.
Anche su Facebook e  Instagram.

Nessun commento

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: