Le ricette di Gigi

Vellutata di zucca con funghi porcini e aroma di timo

Vellutata di zucca con funghi porcini e aroma di timo

Zucca e porcini, belli, profumati, a prezzo conveniente. Una tentazione irresistibile sui banchi del mercato rionale durante l’autunno e che merita di trovare una ricetta per valorizzare al massimo queste primizie. Tanto per iniziare la zucca: si presta a preparazioni infinite ma, tra quelle che preferisco, ci sono le vellutate da gustare con l’accompagnamento di crostini ben abbrustoliti. Se poi si aggiungono un po’ di funghi per dare un tocco di sapore in più, il successo è garantito. E’ una preparazione anche facile e veloce, quindi all’opera…

INGREDIENTI
(per 4 persone)
Zucca gialla già pulita, 500 gr
Funghi porcini freschi, 150 gr.  (50 g nel caso si usino funghi secchi)
Ricotta fresca di mucca, 100 gr
Dadi bio per brodo vegetale, uno
Timo fresco, qualche rametto
Scalogno, uno
Crostini, da ricavare da due o tre fette di pane di grano duro casareccio, tipo quello di Altamura
Olio EVO, sale e pepe bianco, qb.

Vellutata di zucca con funghi porcini, ingredienti

Vellutata di zucca con funghi porcini, ingredienti

PREPARAZIONE
Utilizzando un coltello ben affilato, e stando attenti a non tagliarvi, pulite la zucca dalla sua buccia, dai semi e dai filamenti e riducetela a tocchetti grossolani. Poi cuocetela preferibilmente a vapore. In questo caso ho utilizzato il contenitore per la cottura a vapore nel microonde: servono circa 15 minuti ma potete utilizzare il sistema di cottura a vapore che preferite, controllando la cottura con uno stuzzicadenti.

Vellutata di zucca con funghi porcini, i funghiMentre la zucca cuoce, pulite i porcini eliminando con un coltellino la parte terrosa e poi strofinandoli con del panno carta, quindi tagliateli a fette. Se invece usate funghi secchi, metteteli in ammollo per almeno un quarto d’ora in acqua tiepida e poi strizzateli con cura.In un tegame fate soffriggere piano lo scalogno tagliato sottile in un goccio d’olio EVO, poi unite la zucca, mezzo bicchiere di brodo di verdure e aggiustate di sale.
Cuocete a fuoco basso sino a quando la zucca inizierà a spappolarsi, quindi riducetela a una crema utilizzando un frullatore a immersione.

Vellutata di zucca con funghi porcini, preparazione

Vellutata di zucca con funghi porcini, preparazione

Se la crema fosse troppo densa, aggiungete un altro goccio di brodo; poi unite al composto la ricotta e frullate nuovamente. Spegnete il fuoco e tenete in caldo.

Vellutata di zucca con funghi porcini, i crostini

Vellutata di zucca con funghi porcini, i crostini

Mentre preparate la crema, scaldate il forno e mettete ad abbrustolire il vostro pane casereccio tagliato a dadini, sino a quando non sarà ben dorato e croccante.
Ora prepariamo i funghi: in un padellino fate scaldare un po’ d’olio EVO con qualche rametto di timo fresco facendo attenzione che non bruci. Aggiungete i porcini a fette e fateli cuocere per qualche minuto sino a quando non avranno rilasciato tutta la loro acqua e saranno ben cotti. Togliete i rametti di timo, salate e siete pronti per l’impiattamento.

Vellutata di zucca con funghi porcini, cottura funghi

Vellutata di zucca con funghi porcini, cottura funghi

Versate la vellutata di zucca in ciotole monoporzione, aggiungete in superficie funghi abbondanti, un giro di pepe e qualche fogliolina di timo non solo a scopo decorativo ma, anche, per dare profumo.  Portate in tavola insieme ai crostini di pane.

Vellutata di zucca con funghi porcini, presentazione

Vellutata di zucca con funghi porcini, presentazione

Luigi, il cuoco di Camera con Vista

Luigi, il cuoco di Camera con Vista

I consigli di Gigi
Sia la vellutata di zucca sia i porcini si possono congelare e conservare per qualche settimana. L’ideale, per i funghi, è scottarli leggermente prima di metterli in frigorifero e poi completare la cottura quando serviranno ma, senza problemi, si possono surgelare anche già completamente cotti. Anche i crostini si conservano per parecchio tempo, a patto di metterli in un contenitore ermetico.
Per quanto riguarda la vellutata, si può servire anche senza funghi, sostituendoli con un po’ di parmigiano grattugiato, un giro d’olio Evo e uno di pepe.

Nessun commento

  • Reply
    Roberto
    8 Dicembre 2015 at 20:41

    cercavo giusto una ricetta per consumare l’abbondante raccolta estiva di zucchine “trombetta” dal mio orto. Lasciate ingrandire sula pianta e raccolte al giusto momento di maturazione si conservano per tutto l’inverno e hanno una bellissima polpa compatta simile alla zucca gialla ma più pallida di colore. Altre due piccole varianti secodo i miei gusti…un’abbondante grattuggiata di zenzero fresco (ginger) al soffritto dello salogno e uno spicchio d’aglio nella trifolatura dei funghi. poi con il preziosissimo timo fresco dall’orto …una bomba ghiottissima!

    • Reply
      paolabaronio
      8 Dicembre 2015 at 23:16

      Grazie Roberto, sembrano accostamenti molto buoni. Soprattutto se si hanno materie prime fresche come le tue zucchine. 😉

  • Reply
    Emma York
    26 Ottobre 2015 at 15:13

    Non ci crederai ma proprio oggi stavo curiosando sul web per trovare questa ricetta, ma questa mi piace di più perché c è il timo. La provo in settimana che ho rimediato una zuccotta niente male ;))
    Un abbraccio

  • Reply
    sidilbradipo1
    21 Ottobre 2015 at 14:36

    Non amo le zuppe ma questa è un’idea succulenta per una cena tra amici 😀
    Gnammete <3
    Ciao
    Sid

  • Rispondi

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: