Le ricette di Gigi

Crostatine di crema e pesche

Crostatine di crema e pesche

Le crostatine di crema e pesche noci sono dolci monoporzione perfetti per gustare la frutta che, finalmente, con la tarda primavera arriva sui banchi dei mercati e dei negozi. Utilizzate quella che preferite: noi abbiamo scelto delle pesche noci, dolci e profumate che, in più, con la loro buccia colorata e la polpa consistente si prestano per presentazioni un po’ originali. Con la crema, aromatizzata alla vaniglia e limone, sono un abbinamento davvero vincente! La preparazione delle crostatine non presenta particolari difficoltà e richiede circa un’oretta, più il tempo per far riposare la frolla e quello per la cottura in forno. Sono un dolce perfetto per una merenda o anche per un fine pasto: la dolcezza morbida della crema rappresenta una vera gioia per il palato. 

Crostatine di crema e pesche

Gli ingredienti

INGREDIENTI
(per 7-8 crostatine se utilizzate stampini da 10cm di diametro)
Per la frolla:
Farina 00, 200g
Burro, 150g
Zucchero a velo, 50g
Uova, un tuorlo
Vaniglia, mezzo baccello
Sale fino 1 pizzico

Per la crema:
Zucchero 125 g
Uova, tre tuorli
Farina 00, 25 g
Amido di mais (maizena), 25 g
Latte intero, 500 ml
Panna fresca liquida, 125 ml
Limoni non trattati, uno
Vaniglia, mezzo baccello

Per la decorazione:
Pesche noci, 4
Marmellata di pesche (optional), qb.

PREPARAZIONE
Come sempre si inizia dalla pasta frolla che, una volta pronta, prima di essere utilizzata va lasciata riposare in frigorifero per un’oretta. In una ciotola (o in un mixer elettrico) versate la farina, il burro ben freddo a pezzetti, lo zucchero a velo e un pizzico di sale. Lavorate i componenti con le mani o col mixer sino ad ottenere un composto granuloso. Trasferitelo sul piano di lavoro, create la classica fontana, aggiungete il tuorlo d’uovo e i semi di mezzo baccello di vaniglia (basta tagliarlo in due per il lungo e raschiarlo con un coltellino).

Impastate sino ad ottenere un composto liscio e omogeneo, dategli una forma a palla, avvolgetelo nella pellicola e mettetelo in frigorifero a riposare.
Approfittate di questa pausa per preparare la crema: in un pentolino versate i tuorli, lo zucchero e mescolate con una frusta col fuoco al minimo sino a quando lo zucchero si sarà sciolto completamente.
A questo punto, continuando a mescolare per evitare che si formino dei grumi, unite la farina e la maizena passate al setaccio. Poco alla volta aggiungete il latte e la panna, i semi del mezzo baccello di vaniglia che vi era avanzato, la buccia intera del baccello (la estrarrete alla fine) e quella grattugiata del limone.

Continuate la cottura a fuoco molto basso, e sempre mescolando, per circa un quarto d’ora, comunque sino a quando non avrete raggiunto una consistenza cremosa piuttosto consistente. Spegnete e mettete da parte a raffreddare.
È giunto il momento di assemblare le crostatine: riprendete la pasta frolla dal frigorifero, preriscaldate il forno (normale) a 170 gradi e imburrate e infarinate gli stampini. Procuratevi anche un coppapasta o una scodella con un diametro pari a quello degli stampini più l’altezza del loro bordo. Per capirci: se usate uno stampino da 10 cm con i bordi da 2 cm vi serviranno dei dischi di pasta da 14 cm di diametro.

Crostatine di crema e pesche
Stendete la pasta con un mattarello sino ad ottenere uno spessore di circa 5mm, poi dividetela in dischi del diametro adatto e utilizzateli per foderare gli stampini. Fate aderire bene la pasta al fondo e ai bordi degli stampini, rifilate l’eventuale pasta in eccesso e poi riempiteli a filo con la crema.
Poneteli in frigorifero a rassodare un po’ e intanto preparate le pesche. Tagliatele in quattro spicchi e poi con un coltellino affilato, incidete ogni spicchio con dei tagli diagonali a spina di pesce prima su un lato e poi sull’altro.

Crostatine di crema e pesche
Otterrete qualcosa che assomiglia vagamente al guscio di un armadillo: sollevatelo con cura per non romperlo, e adagiatelo sopra la crema di una delle crostatine. Procedete nello stesso modo anche con le altre.
Infornate le tortine per tre quarti d’ora o poco più, sino a quando i bordi di frolla saranno ben dorati. Toglietele dal forno, fate raffreddare e servitele appena tiepide o a temperatura ambiente.

Crostatine di crema e pesche

Crostatine di crema e pesche

Luigi, il cuoco di Camera con VistaI consigli di Gigi
Se volete dare un tocco estetico in più alle vostre crostatine, appena estratte dal forno pennellatele con un po’ di marmellata di pesche passata al setaccio fino e leggermente scaldata con un goccio d’acqua. In questo modo acquisteranno una finitura lucida. In alternativa potete anche spolverarle con un po’ di zucchero a velo.
Queste crostatine alle pesche e crema si conservano 2-3 giorni in frigorifero coperte con la pellicola trasparente, ma non si prestano a essere surgelate.

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

1 Commento

  • Reply
    Paola
    20 maggio 2018 at 16:17

    Che dire? Il cuoco Gigi ogni tanto supera se stesso 🙂

  • Rispondi

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: