Le ricette di Gigi

Torta rovesciata di riso e mele

Torta rovesciata di riso e mele

La torta rovesciata di riso e mele è da sempre nel ricettario di mia madre, fonte sempre molto affidabile quando si tratta di cucina. Si chiama così perché la frutta viene disposta sul fondo della tortiera insieme a del caramello e poi coperta dall’impasto. In questo modo, quando il dolce viene “rovesciato” sul piatto di portata, le mele caramellate vanno a comporre la parte superiore, come avviene nella classica Tarte Tatin. Ottima per la colazione e la merenda, questa torta si prepara in un’oretta, più il tempo di cottura in forno. Difficoltà non ce ne sono, bisogna solo fare attenzione quando si prepara il caramello in quanto è davvero ustionante. 

INGREDIENTI
(per una tortiera da circa 24 cm di diametro)
Mele, 4/5 per un totale di circa 800g (meglio mele del tipo un po’ acidulo e dalla polpa consistente)
Riso del tipo “Originario”, 200g
Latte fresco intero, un litro
Arance, una del tipo non trattato
Amaretti morbidi, 50g
Uova, due tuorli e due intere
Zucchero, 100g per l’impasto e 100 per il caramello
Burro fresco, 40g
Sale fine, un pizzico.

Torta rovesciata di riso e mele

PREPARAZIONE
Versate il latte in un pentolino con 100g di zucchero, la buccia grattugiata dell’arancia e un pizzico di sale. Come inizia a bollire, unite il riso e fate cuocere a fuoco molto basso finché il latte sarà tutto assorbito e avrete raggiunto una consistenza tipo quella di un risotto “all’onda”, molto morbido. Mentre il riso cuoce giratelo spesso per evitare che si attacchi sul fondo. Una volta pronto, mettetelo a raffreddare e intanto preriscaldate il forno (normale) a 180°.

Quando il riso è tiepido, versatelo in una ciotola, unite gli amaretti sbriciolati, le uova intere e i rossi d’uovo. Mescolate bene con una frusta o con una planetaria, se l’avete, sino ad ottenere un composto omogeneo.
È ora di preparare la tortiera. Nel caso sia di un materiale che può andare sul fuoco, tipo quelle di metallo, versateci 100 g di zucchero, un goccio d’acqua e fate andare a fuoco medio finché lo zucchero si sarà sciolto. Aggiungete il burro e continuate a mescolare sul fuoco sino a quando non avrete ottenuto un caramello dal bel colore brunito.

Usando i guanti, facendo molta attenzione e tenendo alla larga eventuali bambini (come già detto questo composto è davvero ustionante!) prendete la tortiera per il bordo e ruotatela in modo tale che il caramello si distribuisca sul bordo e sul fondo. Una via alternativa, comunque da utilizzare se non avete una tortiera adatta ai fornelli, è quella di preparare il caramello in un pentolino e poi versarlo nella tortiera, sempre facendola “girare” in modo che si sparga bene ovunque.
“Caramellata” la tortiera, appoggiatela su un ripiano e andate a comporre il vostro dolce. Pulite le mele, tagliatele a fettine sottili e disponetele a raggiera sul fondo della tortiera, un po’ sovrapposte tra loro, arrivando a sovrapporre circa tre strati.

Coprite il tutto con la crema di riso, arrivando a circa mezzo centimetro dal bordo della tortiera, e mettete in forno per un’oretta.  La torta sarà pronta quando la superficie del riso inizierà a dorare e, infilando uno stuzzicadenti nell’impasto, ne uscirà asciutto.
Estraete la torta dal forno e rovesciatela subito, ancora caldissima, su un piatto di portata. Infatti, se lasciate che si raffreddi, il caramello si solidifica rendendo impossibile l’estrazione dallo stampo. Servite il dolce a temperatura ambiente.

Torta rovesciata di riso e mele
Torta rovesciata di riso e mele

Luigi, il cuoco di Camera con VistaI consigli di Gigi
Questa torta si conserva un paio di giorni in frigorifero ma, prima di servirla, lasciatela tornare a temperatura ambiente. Non si presta invece a essere surgelata.
Se la volete utilizzare per un fine pasto, potete accompagnarla con una salsa all’arancia o al cioccolato, magari insieme a un liquore o a un goccio di vino passito.

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

1 Commento

  • Reply
    Paola
    21 gennaio 2018 at 16:25

    Mi piace e piacerà anche a Paolo, fanatico della torta di mele. Grazie 🙂

  • Rispondi

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: